12 ricette sfiziose per usare l’elicriso in cucina

L’elicriso in cucina si aggiunge per dare un tocco speziato ed esotico ai tuoi piatti!
Abbiamo raccolto per te una lista delle migliori ricette online, e adesso, tutti ai fornelli!

 

Come usare l’elicriso in cucina?

L’elicriso in cucina si distingue come erba aromatica per le sue note balsamiche, leggermente amare.
In generale le foglie di elicriso (che richiamano anche il sapore della liquirizia, leggermente dolci) si consumano spesso essiccate, perchè fresche hanno un retrogusto amarognolo.

In queste ricette vedremo gli usi più svariati: dai risotti, insalate, alla carne, pesce e verdure!

 

Tisana all’elicriso

elicriso in cucina, elicriso sardegna, erbe di sardegna

I fiori di elicriso, una volta essicati, diventano un ingrediente speciale.

Procedimento

  • Lasciate in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua calda un cucchiaio di fiori di elicriso secchi.
  • Poi filtrate e bevete.

Per vederne gli effetti, è consigliabile bere 2-3 tazze al giorno lontano dai pasti, cominciando almeno un paio di settimane prima dell’inizio del periodo delle allergie.

 

Fave alla menta ed elicriso

elicriso in cucina, erbe di sardegna

Si tratta di una ricetta che abbiamo recuperato dal blog facciamoloinsieme
e che mi ha colpito per la sua semplicità!

Ingredienti:

Fave fresche
Foglie di Menta
Foglie di Elicriso
Peperoncino secco
Aglio secco
Sale
Olio EVO

Procedimento

  • Sbucciamo le fave e laviamole con acqua.
  • Togliamo la buccia alle fave, tranne a quelle molto piccole.
  • Sciacquiamole e asciughiamole per eliminare quanta più acqua possibile.
  • Mettiamo le fave, la menta, il peperoncino e l’aglio in un contenitore adeguato.
  • Aggiungiamo il sale e le foglie di elicriso leggermente tagliuzzate.
  • Aggiungiamo olio fino a coprire tutte le fave, mescoliamo e lasciamo riposare in frigorifero per qualche ora.

 

Involtini di pollo ed elicriso

Il pollo è sicuramente la carne che si presta meglio con l’elicriso.

Ingredienti

  • 4 fettine di pollo
  • 8 fettine di speck
  • 5 rametti di elicriso
  • 40 gr di formaggio morbido tagliato a piccoli bastoncini
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 2 spicchi di aglio fresco pelati e tagliati a rondelle
  • sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva

 

Tempo

Preparazione: 10 minuti

Tempo Cottura: 25 minuti

Dosi: 2 persone

Difficoltà: Facile

Procedimento

  • Battete piano le fettine di pollo con il batticarne.
  • Stendetele sul tagliere e disponeteci su ognuna 2 fettine di speck, 2 bastoncini di forma e 1 rametto di elicriso.
  • Arrotolate la carne e chiudete l’involtino con uno stuzzicadenti.
  • Preparate in questo modo tutti gli involtini.
  • Versate in una padella antiaderente l’olio extravergine di oliva.
  • Unite l’aglio fresco con un rametto di elicriso.
  • Lasciate insaporire per un paio di minuti a fiamma bassa. Quindi disponete all’interno della padella tutti gli involtini di pollo e fateli rosolare bene da tutti i lati a fiamma medio bassa.
  • Dopo 5 minuti spolverizzateli con il sale e bagnateli con il vino bianco secco. Alzate la fiamma e lasciate sfumare il vino per 1 minuto girando gli involtini un paio di volte in modo che si insaporiscano bene.

Infine abbassate la fiamma e continuate la cottura per 15 minuti.

 

Fettuccine con pesto di Elicriso, nocciole e limone

Sul sito di cucina qualcosadirosso ho trovato una simatica ricetta per fare addirittura un pesto di elicriso! Cosa volere di più? 

Ingredienti per 4 persone circa

  • due manciate di elicriso pulito
  • una manciata di nocciole spellate e tostate
  • un limone
  • parmigiano reggiano
  • poco sale
  • olio extravergine d’oliva

Procedimento

  1. Iniziamo togliendo le foglie eventualmente annerite e la parte dura del rametto di elicriso. Quando arrivate a tagliarlo agevolmente con le dita va bene.
  2. Mettete nel mixer l’elicriso e le nocciole.
  3. Frullate a intermittenza aggiungendo l’olio. NOTA BENE: frullare e spegnere per evitare che le lame si scaldino e rovinino il tutto.
  4. Aggiungere anche il succo di mezzo limone e frullare sempre a intermittenza aggiungendo olio.
  5. Infine, unite il parmigiano e la buccia di limone, mescolando con un’ultima rapida frullata.
  6. Aggiustate di sale, limone e parmigiano a seconda dei gusti.
  7. Condite la pasta nella pentola, unendo poca acqua di cottura e girando a fuoco spento. 

 

Spaghetti al pesto di Elicriso

Dgli amici del’orto ho recuperato invece una serie di ricette: spaghetti al pesto di elicriso, risotto all’elicriso, salse e salsette e il liquore di elicriso.

Iniziamo con gli spaghetti:

  • Preparate un trito di foglie e fiori di Elicriso;
  • Grattuggiate la scorza del limone in buona quantità;
  • Versate il tutto in una ciotola ed amalgamate con olio;
  • Versare la pasta cotta nella ciotola del condimento con un po’ di acqua di cottura;
  • Mischiate bene;
  • Se di vostro gradimento potete aggiungere parmigiano grattuggiato o un trito di mandorle o noccioline.

 

Risotto all’elicriso

Sbizzarritevi ad inventare senza limiti il vostro risotto.
Abbinate l’elicriso con quello che più vi piace!

Ricordate: se mischiato alla zucca tende a togliere il gusto tendenzialmente dolciastro della zucca.

 

Salsa all’elicriso

Inventate voi la vostra salsa!
Un consiglio potrebbe essere:

  • un trito di elicriso con il rosso dell’uovo cotto e schiacciato mescolato con olio d’oliva per condire i crostini.

 

Liquore di Elicriso

Ingredienti

  • 40 g di fiori di elicriso secchi 
  • 1 l di alcol 95° per alimenti
  • 1,6 l di acqua
  • 200 g di zucchero

Procedimento

  1. Lasciate in infusione i fiori di elicriso secchi per 30 giorni nell’ alcol al buio, poi aggiungere la metà dell’acqua.
  2. Fate ancora l’infusione per altri 2 giorni.
  3. Filtrate possibilmente prima con cono di stoffa (cotone), versando un po’ alla volta il prodotto dell’infusione.
  4. Alla fine fate andare nel filtro di stoffa anche la parte solida.
  5. Attendete che termini di gocciolare e poi pressate il tutto, sacchetto di stoffa compreso con uno schiacciapatate. I fiori trattengono tanto liquido.
  6. Mentre state filtrando, con l’altra metà dell’acqua, sciogliere lo zucchero a caldo. Quando lo zucchero disciolto si sarà raffreddato aggiungerlo al prodotto filtrato. [Resa l 2,700 a 34,8°].

 

Pollo all’elicriso

Si tratta di una ricetta trovata su growtheplanet suggerita dal gastronomo Gianmarco Mazzanti di Slow Food.

Procedimento

  • Fate a pezzetti la carne di pollo e poi infarinate.
  • Rosolate bene (finché si forma la crosticina) insieme a burro e a 4-5 foglioline (o capolini) di elicriso.
  • Bagnate con un goccio di vino bianco,
  • Fate evaporare, quindi portate a cottura con del brodo vegetale.
  • Alla fine, se il sapore risultasse troppo amaro, aggiustatelo con 3-4 cucchiaini di zucchero di canna. Buon appetito!

 

Sciroppo di elicriso

Si tratta di una ricetta facile da trovare sul web ottima per aromatizzare dolci e bevande.

Ingredienti:

  • 500 ml di acqua
  • 200 g di zucchero
  • 20 rametti di elicriso

Procedimento:

  • Portate l’acqua a ebollizione,
  • Aggiungere i rametti,
  • Lasciate in infusione e aggiungere lo zucchero.


Tritati di elicriso

TRITO DI ERBE AROMATICHE DA USARE IN CUCINA PER CARNI E PESCI

Consigli per usare l’elicriso in cucina

Per quanto riguarda i triti di erbe aromatiche, si possono aggiungere fiori e foglie di elicriso per dare un gusto particolare tendente al curry. Il trito di elicriso si può usare anche da solo.
Negli arrosti o in piatti in umido si possono aggiungere uno o più rametti interi.
Le foglie e fiori secchi risultano meno aromatici, ma meno amari.

Se usato fresco, l’elicriso sprigiona tutta l’intensità del suo aroma e della vivacità perlacea delle sue foglie.
Tutta via non perde il suo fascino quando viene essicato e mescolato ad altre erbe aromatiche secche, come salvia, rosmarino, menta, maggiorana, timo. In questo modo avrete un trito per arrosti fatto da voi e interamente biologico.

Fate attenzione con l’elicriso in cucina: l’aroma sprigionato dalle foglioline si perde durante la lunga cottura.
Per cotture brevi, come gli arrosti, il rametto intero va benissimo, perché cede l’aroma velocemente e si può percepire chiaramente al palato. Non si disfa e si può togliere quando si preferisce, anche a fine cottura.

Usare i rametti di elicriso nei legumi.
Cuoceteli come al vostro solito, poi spegnete e inserite un piccolo rametto di Elicriso, copriteli e fate raffreddare. Quando raffreddano, togliete l’Elicriso e girate bene.

 

Vellutata di ceci ed elicriso

Ecco un’altra sfiziosa ricetta trovata in un blog del podere Santa Bianca,
semplice e adatta per i mesi freddi.

TEMPO DI REALIZZAZIONE: 120 minuti
PERSONE: 3/4

INGREDIENTI:

  • 250 grammi di ceci (precedentemente tenuti a mollo in acqua fredda per 12 ore)
  • Alloro, bicarbonato
  • Pepe macinato ( verde, nero, rosa, a vostra scelta)
  • Sale
  • Parmigiano
  • Rametto di elicriso

 

PROCEDIMENTO:

  1. Lessate i ceci per un paio di ore in abbondante acqua salata, con bicarbonato, le foglie di alloro.
  2. passateli o frullateli.
  3. Aggiungete parmigiano, pepe e 1 rametto di elicriso stemperato in olio di oliva.

 

Vorresti avere l’elicriso sempre con te?

Se ami davvero l’elicriso e il suo profumo inconfondibile, puoi portarlo sempre con te sulle tue labbra con

  • il nostro stick labbra naturale all’Elicriso

oppure sul tuo corpo con

  • la nostra Crema Corpo all’Elicriso

crema corpo elicriso, crema elicriso, elicriso sardegna, erbe di sardegna

  • la nostra Saponetta Naturale Vegetale all’elicriso



Se sei interessato a scoprire come coltivare l’elicriso ed essicarlo, puoi seguire questa guida online.

Invece per la tua salute, puoi scaricare qui il PDF sui benefici dell’elicriso italico!

Articoli Raccomandati

Lascia un commento