erbe di sardegna, shampoo senza sodium laureth sulfate
Cosmetica naturale

Shampoo senza sodium laureth sulfate

Posted On ottobre 1, 2018 at 4:46 pm by / No Comments

Shampoo senza sodium laureth sulfate

Salva i tuoi capelli dai prodotti tossici

Quanto è difficile trovare uno shampoo senza sodium laureth sulfate?

Caro lettore, come ti capisco!

Il sodium laureth solfato, comunemente indicato come SLES o sodio lauril etere solfato,

è un ingrediente chiave in molti prodotti da toilette.

Saponi, shampoo e dentifrici includono comunemente SLES nei loro ingredienti.

Tuttavia, alcune persone con una sensibilità alla SLES possono sperimentare reazioni allergiche

e per questo motivo Erbe di Sardegna ha creato una linea di shampoo senza sodium laureth sulfate.

 

Cosa è il sodium laureth sulfate?

Il sodium laureth sulfate viene usato per fare schiuma di prodotti da toilette quando vengono mescolati con acqua.

È così che il tuo shampoo e il dentifricio diventano schiumosi quando li usi.

La polemiche riguardanti l’uso di SLES nei prodotti da toeletta si incentra sul potenziale di reazioni allergiche

e sulla presenza di determinati composti cancerogeni nei prodotti che contengono SLS.

 

Il sodium laureth sulfate, chiamato anche SLES, è una sostanza chimica chiamata tensioattivo o detergente.

Inoltre, SLS ha proprietà emulsionanti che gli permettono di legarsi a sporco e olio nei capelli e proprietà schiumogene che creano schiuma.

I produttori di shampoo comunemente usano SLES come ingrediente-detergente nello shampoo perché,

secondo PersonalHealthFacts.com, è economico, si abbina bene e con l’aggiunta di sale può diventare denso.

 

Cosa produce l’uso continuo di SLES?

Poiché il SLES è così irritante per la pelle,

gli scienziati e i produttori di cosmetici spesso la usano come sostanza di controllo

quando testano i potenziali ingredienti del prodotto.

Secondo un rapporto pubblicato sul Journal of the American College of Toxicology,

sebbene il potenziale di irritazione cutanea aumenti in relazione diretta a quanto SLS è nel prodotto che si usa,

qualsiasi concentrazione superiore al 2% causerà un certo grado di irritazione cutanea.

 

L’uso improprio di shampoo contenenti SLES può portare alla perdita dei capelli,

secondo la National Toxic Encephalopathy Foundation.

Secondo l’NTEF, la perdita di capelli può essere il risultato di sciacqui poveri

che lasciano depositi di SLES nei follicoli dei capelli.

Questi depositi penetrano nel cuoio capelluto e corrodono il follicolo pilifero, causando la caduta dei capelli.

MaximumHair.com riporta che il SLES influenza anche il tasso di crescita di nuovi capelli,

che si verifica ad una velocità circa 8 volte più bassa del normale.

 

Shampoo senza sodium laureth sulfate

Una soluzione al deposito di SLES è sicuramente quello di risciacquare 

abbondantemente e accuratamente i capelli.

Un altro modo per prevenire la caduta è smettere di usare shampoo che contenga SLES.

Per questo motivo ho creato una linea shampoo senza

SLES e SLS (sia Laureth sia Lauryl), PEG, parabeni, petrolati, coloranti chimici e Propilene Glicol.

 

La linea di shampoo Erbe di Sardegna è composta da:

 

Sodium lauroyl methyl Isethionate: delicato e sicuro

Tra gli ingredienti che sostituiscono il sodium lareth sulfate c’è il

il sodium lauroyl methyl Isethionate: di cosa si tratta?

Parliamo di un tensioattivo solubile in acqua, derivato dalla noce di cocco, che è anche privo di solfati.

Da non confondere con il Lauryl solfato di sodio,

questo ingrediente è un tensioattivo incredibilmente delicato ed è considerato uno dei più sicuri sul mercato.

 

Perché viene usato?

I tensioattivi si trovano nella maggior parte dei prodotti detergenti poiché sgrassano,

emulsionano oli e grassi e sospendono l’olio per poterli lavare via.

E mentre alcuni tensioattivi possono essere essiccati e irritanti,

il sodium lauroyl methyl Isethionate ha dimostrato di essere delicato.

Questo perché è un ingrediente molecolare di grandi dimensioni,

il che significa che non può penetrare nella pelle; e quindi, non irritarla neanche.

 

Un altro vantaggio del sodium lauroyl methyl Isethionate è la sua capacità di insaponare.

Questo ingrediente consente allo shampoo di offrire una straordinaria esperienza di lavaggio dei capelli

perché crea una schiuma naturale che rivaleggia con quella di qualsiasi shampoo non naturale sul mercato.

 

Quanto è sicuro il sodium lauroyl methyl Isethionate?

Con un punteggio EWG pari a 1, il sodium lauroyl methyl Isethionate

è considerato molto sicuro, non tossico, non irritante ed è biodegradabile.

 

Fonti:

http://www.in-cosmetics.com/__novadocuments/11279
http://www.saapedia.org/en/saa/?type=detail&id=1083
http://thebeautybrains.com/2014/09/how-to-pick-a-mild-shampoo/
http://www.goodguide.com/ingredients/314226-sodium-lauroyl-methyl-isethionate-ingredient-
Informazioni-recensioni
http://www.ewg.org/skindeep/ingredient/861878/SODIUM_LAUROYL_METHYL_ISETHIONATE/

Lascia un commento